lunedì 26 febbraio 2018

Macine Mulino Bianco Fatte in Casa

Una volta le compravamo piuttosto spesso, ma quando ci siamo accorti che un pacchetto di macine finiva alla velocità della luce abbiamo deciso di non prenderle più...Perchè ammettiamolo, le macine del mulino bianco sono buonissime, e quando si inzuppano nel latte una tira l'altra! E così, dopo qualche anno di astinenza, mi è tornata la voglia, ma invece di acquistarle ho deciso di prepararle in casa, sia perchè stiamo cercando il più possibile di eliminare prodotti industriali, sia perchè avevo della panna fresca in scadenza, e questo mi sembrava un ottimo modo per smaltirla ;) E quale miglior ricetta se non quella del sito del Mulino Bianco per preparare le macine fatte in casa? Ho seguito la ricetta alla lettera un'unica modifica, l'uso dell'olio di semi al posto della margarina: la differenza c'è, perchè gli aromi industriali sono difficili da replicare in casa, ma la consistenza ed il sapore ricordano proprio quelli dei famosi biscotti. Pronti a cucinare?



INGREDIENTI per 4 teglie ( 80 biscotti circa)

- 500g di farina debole
- 50g di fecola o maizena
- 150g di zucchero a velo
- 100g di burro
- 100g di olio di semi
- 1 uovo
- 100 ml panna fresca
- 1 cucchiaino estratto di vaniglia
- 1 bustina lievito per dolci
- 1 pizzico di sale

Versate in planetaria la farina e la fecola precedentemente setacciate, ed aggiungete il burro morbido a pezzetti. Impastate a velocità medio-bassa con il gancio a foglia, e versate l'olio a filo con la macchina in movimento fino ad ottenere un composto sabbioso.

Aggiungete quindi lo zucchero a velo, l'uovo, il lievito ed il sale, e, da ultima la panna. Impastate quel tanto che basta ad amalgamare gli ingredienti e ad ottenere un impasto non troppo morbido.

Rovesciate il tutto sulla spianatoia leggermente infarinata, e impastate brevemente a mano fino ad ottenere una palla omogenea di impasto, che andrà sigillata con pellicola e riposta in frigo per almeno 30 minuti.

E' molto importante che la temperatura della pasta sia piuttosto bassa, ciò permette una più facile lavorazione e garantisce una precisa formatura dei biscotti.

Una volta trascorso il tempo di riposo stendete l'impasto tra due fogli di carta forno fino a raggiungere i 7-8 mm di spessore. Con un coppapasta diam. 4 cm ritagliate dei dischi, e praticate al centro un foro con un coppapasta più piccolo (1 cm circa).

Stendete quindi i ritagli e ripetete l'operazione fino ad esaurimento della pasta. Potete lasciarli direttamente sulla carta forno, ma per una cottura della frolla perfetta l'ideale è utilizzare un tappetino in silicone microforato.

Vi consiglio di dividere l'impasto in 4 e preparare una teglia per volta, che terrete in frigo ( in questa stagione va bene anche il balcone ;)) per circa 15 minuti prima di infornare, per evitare che i biscotti si deformino in cottura.

Preriscaldate il forno a 175°C statico e infornate una teglia per volta per 17 minuti, e comunque fino a doratura. Ogni forno ha i suoi tempi e le sue caratteristiche: dopo 15 minuti aprite lo sportello e verificate la cottura, per il vostro forno magari 17 minuti sono troppi, e poi non si può più tornare indietro...

Una volta cotti sfornate i biscotti e posizionateli a raffreddare su una gratella, in modo da far loro perdere tutta l'umidità. Solo quando saranno completamente freddi potete riporli in una scatola di latta: si conservano perfettamente anche per una decina di giorni. Buona cucina a tutti!




mercoledì 14 febbraio 2018

Bignè Fritti alla Crema

Il Carnevale è una delle feste preferite della mia mamma, ed ora che sono arrivati i nipotini non le sembra vero di poter condividere con loro questa passione per le maschere ed i travestimenti. Per me invece il Carnevale è una ricorrenza da celebrare, perché ogni anno in quel periodo, dopo tre mesi di ombra quasi totale, finalmente torna a fare capolino il sole sulla nostra casetta in collina. La gioia ed i colori delle maschere dei bimbi e l'arrivo del sole sono due ottimi motivi per festeggiare con un buon dolcetto ;) Ogni anno mi piace provare una ricetta nuova, ma hanno tutte un comune denominatore: il fritto. E quest'anno ho deciso di preparare questi deliziosi bignè fritti e riempiti con una golosa crema pasticcera alla panna. Per la ricetta della pasta bignè ho utilizzato quella proposta da Pianeta Dessert, un blog di pasticceria che ormai per me è diventato un punto di riferimento, e che vi consiglio di leggere se volete approfondire le tecniche di pasticceria. La crema pasticcera alla panna è invece tratta dal blog di Anice & Cannella. Con le dosi indicate in ricetta vengono circa 40 bignè medio-piccoli: non vi preoccupate, sembrano tanti ma finiranno in men che non si dica!



INGREDIENTI (per 40 bignè)

Per la crema pasticcera alla panna:
- 200 ml panna fresca
- 300 ml latte fresco
- 2 uova medie
- 1/2 stecca di vaniglia
- 40 g farina debole
- 150 g zucchero di canna
- un pizzico di sale

In un pentolino portate quasi al bollore il latte con la panna, i semini e la stecca di vaniglia. A parte sbattete con una frusta le uova con lo zucchero ed il sale. 

Una volta ottenuto un impasto cremoso aggiungete poca per volta la farina precedentemente setacciata, e mescolate velocemente fino a completo assorbimento.

A questo punto versate sul composto i liquidi caldi, tutti in un colpo e attraverso un setaccio a maglie strette. Mescolate velocemente per amalgamare il tutto, rimettete sul fuoco e fate cuocere a fiamma bassa finché non si addensa, continuando a rimestare con la frusta.

Una volta rappresa, trasferite la crema in una ciotola, copritela con pellicola a contatto e mettete a raffreddare in frigo fino al momento dell'utilizzo.

Per la pasta choux: 
- 165 g latte
- 55 g burro
- 110 g farina debole (10-11% proteine)
- 165 g uova intere (3 medie circa)
- un pizzico di sale
- un pizzico di zucchero

In un pentolino portate a bollore il latte con il burro, lo zucchero ed il sale.

Togliete dal fuoco ed aggiungete le farina precedentemente setacciata, poca per volta. Rimettete quindi sul fuoco per qualche minuto finché il composto non si compatta staccandosi completamente dal fondo.

Lasciate intiepidire il composto (45 - 50 °C) ed unite le uova, una per volta inserendo la successiva solo quando la precedente è completamente assorbita. Il composto deve risultare piuttosto morbido, e lasciandolo colare dalla spatola deve formare un triangolo.

Riempite una sac a poche con la pasta choux e formate su un foglio di carta forno dei dischi di impasto di circa 4 cm di diametro.

In una pentola capiente versate l'olio di arachidi e portatelo alla temperatura di 180°C: ci sono vari metodi empirici, ma la temperatura dell'olio è fondamentale per un buon fritto quindi vi consiglio di utilizzare un termometro per alimenti.

Ritagliate la carta da forno in modo da separare i bignè, ed immergeteli ad uno ad uno nell'olio con la carta forno. Appena inizieranno a gonfiarsi la carta si staccherà: girateli e fateli dorare da entrambi i lati prima di scolarli con una schiumarola e asciugarli su carta assorbente.

Riempite una sac a poche con la crema pasticcera ormai fredda e procedete con la farcitura dei bignè. Una volta pronti spolverizzate con zucchero a velo e servite.

Appena fatti sono buonissimi, ma si conservano bene fino al giorno successivo in frigo coperti da alluminio. In frigo lo zucchero a velo tende a prendere umidità e sciogliersi, vi consiglio quindi di metterlo giusto prima di servirli. Buona cucina a tutti!

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...